Il cortometraggio sulla tratta e lo sfuttamento sessuale realizzato all’interno dei progetti della Cooperativa Sociale Proxima sarà presentato martedì 18 giugno al Nuovo Cinema Aquila di Roma (Via l’Aquila 66/74).

Il docu-film, realizzato a Ragusa nell’ambito del progetto FARI 2.0 (Bando 2/2017) è stato prodotto dalla cooperativa Proxima, grazie al finanziamento del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio e con la collaborazione della Cooperativa Parsec. Racconta il percorso di alcune vittime di tratta, dal reclutamento nei villaggi nigeriani fino all’arrivo sulle coste italiane, allo sfruttamento nella prostituzione e al successivo ingresso nei circuiti di protezione e assistenza.

Spiega Federica Gaspari, portavoce nazionale della Piattaforma Antitratta e psicologa della Cooperativa Parsec, che  “nasce all’interno dei laboratori attivati con il progetto, che puntano alla rielaborazione del vissuto delle vittime anche attraverso il racconto orale,  al loro  empowerment e allo sviluppo delle loro capacità”. In particolare, l’idea è partita nel corso laboratorio di arti visive e narrazione gestito da Francesca Commissari, fotoreporter  per le maggiori testate internazionali (Internazionale, The Guardian, The Observer, l’Espresso) e regista e ideatrice del docu-film, qui alla sua prima esperienza di cortometraggio.

“Un lavoro molto intenso, questo del laboratorio, in cui le ragazze si sono raccontate a vicenda le proprie storie e da cui è partita l’idea di tradurrle in immagini”, spiega Gaspari. “Ne è venuto fuori uno spaccato insieme forte, drammatico e delicato in cui le protagoniste hanno messo tutte se stesse e Francesca ha usato, oltre a una intensa umanità, la sua grande abilità visiva nel restituire i loro percorsi”

L’evento inizierà alle 14 con gli interventi dell’avvocato Mario Angelelli, Massimo Scribano (Proxima), Federica Gaspari (Parsec), avvocato Andrea Vitale, Luca Scopetti, Vittoria Tola, Francesca Commissari, Caterina Melai, avvocato Arturo Salerni.

La proiezione sarà alle 16 e 15.

Il docufilm è finalista della XIII edizione del Premio L’anello debole, all’interno del Capodarco l’Altro Festival. Qui sotto un breve estratto:

http://www.premioanellodebole.it/edizione-2019/cortissimi/the-journey-over-the-sea.aspx

“the Journey- over the sea”- Il Progetto

BIO Francesca Commissari